Villa dei Leoni Abbandonata
Tipologia: Villa Abbandonata
Causa dell'abbandono: Sfratto del proprietario
Data esplorazione: 03/2018
Condizioni: Buone
Stato Attuale: Abbandonato
Valutazione Personale (1/10): 5

In questa esplorazione vi porto all’interno della villa dei leoni, detta anche casa dell’accumulatore seriale per via della gigantesca quantità di oggetti presenti all’interno della villa.

Storia

La villa in questione è una villa tradizionale veneta, è stata probabilmente costruita verso la fine del 1700, infatti sul pavimento della scalinata trovo una data: 1782.

Purtroppo della villa non si sa molto altro mentre del suo ultimo proprietario, su internet, è possibile trovare qualche informazione in più. Tutto quello che scriverò è frutto di ricerche su internet, quindi potrebbe non corrispondere al vero. Sembra che negli anni Sessanta il proprietario fosse un professore di origine inglese che soffriva di disposofobia, malattia che lo portò a collezionare una quantità immensa di oggetti. Non accumulava solo oggetti, ma anche animali, la sua collezione vantava uccelli, serpenti, roditori e cani, le cui gabbie e cucce si trovano ancora all’interno della villa. In quegli anni non era illegale tenere in casa animali esotici, infatti si dice che in questa casa vivessero anche due o tre leoni. A testimoniarlo dei grandi collari trovati all’interno dell’abitazione e delle gabbie enormi trovate all’esterno.

La villa venne abbandonata in seguito allo sfratto del proprietario per motivi igienico-sanitari, e da allora giace abbandonata.

La mia esplorazione

In questa esplorazione sono insieme a mio fratello di Urbex Venezia e ad un amico. Arrivato sul posto trovo facilmente l’ingresso alla villa. Subito appena entrato vengo avvolto da un odore rivoltante e decido di mettermi la mascherina. Inizio l’esplorazione delle prime stanze. Ci sono oggetti ovunque, accumulati sopra ad ogni cosa e senza un ordine logico dal cibo scaduto, ai giocattoli alle gabbie per animali. Non impazzisco per i posti cosi, mi piace si trovare molti oggetti nei luoghi abbandonati, ma mi piace che abbiamo un senso. Qui invece sembra tutto sommerso da spazzatura. Nel marasma riesco anche a trovare un pianoforte verticale ma non mi soffermo come al solito a fare mille fotografie, l’aria qui dentro è davvero irrespirabile. Esploro tutta la villa ed esco a respirare aria pulita.

La villa dei leoni, non mi ha colpito molto, dalle ricerche che avevo fatto su internet mi aspettavo davvero qualcosa di meglio. Secondo me se non si è in zona si può tranquillamente fare a meno di visitarla.

Buona visione.

Vuoi una foto a risoluzione originale? Contattami tramite e-mail oppure sui Social Network.

Condividi Questa Gallery

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *