Villa degli dei Abbandonata

La Villa degli Dei

Tipologia: Villa abbandonata
Causa dell'abbandono: sconosciuta
Data esplorazione: 05/2017
Condizioni: pessime
Stato Attuale: Abbandonato
Valutazione Personale (1/10): 6

In questa esplorazione vi porto dentro alla Villa degli Dei, chiamata così per le statue che ornano la sua facciata, dedicate appunto agli Dei greci.

Storia

Questa villa in stile palladiano del 500, si trova al centro di un enorme parco di circa 18000 metri quadrati. Il palazzo nel corso della sua storia ha subito molte modifiche strutturali dovute al molti cambi di proprietà. Dalle ricerche che ho fatto la villa degli dei, dopo l’abbandono, è stata messa in vendita ad un prezzo troppo alto infatti non è stata ancora venduta e versa ancora in stato di abbandono. Ho trovato qualche articolo che parlava di una possibile ristrutturazione e conversione in spa di lusso, ma risalenti a qualche anno fa. Non sono riuscito purtroppo a trovare più informazioni.

La mia esplorazione

Anche oggi ad accompagnarmi ci sono mio fratello di Urbex Venezia e alcuni amici. Entro nella proprietà e percorro un bel po’ di strada all’interno del giardino, fino ad arrivare alla villa. Prima di gustarmi la portata principale però decido di dare un’occhiata alla casa del custode, che si trova a pochi metri dalla villa. L’abitazione è vuota e porta i segni di una recente ristrutturazione o costruzione, non so di preciso se storicamente quell’edificio esistesse. Esco e procedo oltre.

Entro nel palazzo dai sotterranei, che oltre a cumuli di spazzatura non hanno nulla da offrire. Anche il resto del’edificio non è come me lo aspettavo, il tempo ed i vandali non hanno avuto pietà per questo luogo e nonostante la storia gloriosa resta ben poco degli sfarzi di un tempo. Non fraintendetemi la location è bellissima, ma vederla in quello stato mi fa piangere il cuore. Oltre alla facciata la parte che più mi ha colpito è la scala a chiocciola, ancora in buono stato considerando il resto. Nelle grandi stanze non c’è nulla se non muffa e sporcizia, in alcune manca perfino il pavimento. Nei grandi saloni ahimè sta scomparendo anche lo stemma dell’ultima famiglia che ha abitato queste mura.

Completo l’esplorazione un po’ deluso, ma porto a casa comunque qualche bello scatto. Non mi resta che augurarmi che la villa trovi al più presto un acquirente, più il tempo passa più sarà difficile recuperarla e sarebbe davvero un peccato lasciare morire cosí un edificio cosi bello e ricco di storia.

Buona visione.

Vuoi una foto a risoluzione originale? Contattami tramite e-mail oppure sui Social Network.