Amusement Park

Amusement Park

Tipologia: Parco giochi abbandonato
Causa dell'abbandono: Fallimento
Data esplorazione: 05/2019
Condizioni: pessime
Stato Attuale: Abbandonato
Valutazione Personale (1/10): 8

Oggi vi porto all’interno dell’Amusement Park, un parco giochi abbandonato con piscine e scivoli, una discoteca, buche da minigolf e perfino un bowling.

Storia

L’Amusement Park ha aperto i battenti nel 1991, comprendeva diverse buche da minigolf, una sala giochi, un pub/ristorante, delle piscine (coperte e all’aperto), una palestra, una discoteca e un bowling. Attirava tantissima gente soprattutto d’estate, gli affari andavano a gonfie vele fino a quando nel 2008 una forte tromba d’aria lo devastò. L’assicurazione non coprì i danni e il parco fallì. Venne poi riaperto in formato ridotto, ma non tornò mai agli splendori iniziali. Chiuse definitivamente nel 2016. Da allora ogni tanto viene messo all’asta non riuscendo mai a trovare un compratore.

La mia esplorazione

In questa esplorazione sono con mio fratello, con cui porto avanti il progetto UrbexVenezia. Siamo entrambi pieni di aspettative per questo luogo anche se dai video visti sappiamo che è abbastanza distrutto nonostante i pochi anni di abbandono.

L’ingresso è estremamente facile, basta stare attenti al vicinato, che comunque tende a farsi gli affari suoi, probabilmente per via della brutta gente che abita il parco durante la notte. Entro e mi trovo davanti una grande piazza, a destra c’è quello che resta del minigolf, ora sembra più una giungla, non riesco nemmeno a distinguere le varie buche. Sulla sinistra c’è invece il parco giochi vero e proprio.

Bowling e Discoteca

La prima tappa è il bowling. Non vedo l’ora di vederlo perchè è la parte che mi interessa di più di tutto il parco. Il salone è abbastanza devastato, ma è comunque molto bello. Si cammina su vetri rotti, ma fortunatamente le panche davanti alle piste da bowling sono intatte così come le corsie e i tunnel dove scorrevano le palle. Le televisioni che un tempo trasmettevano i risultati delle partite ora sono distrutte, ma comunque si riesce a facilmente ad immaginare il luogo prima dell’abbandono. Dietro le piste si può ancora vedere il complicato sistema di gestione di palle e birilli, non ne avevo mai visto uno al di fuori di Discovery Channel. Lo stato di conservazione di questa zona è abbastanza buono considerando il resto, anche se sul retro degli ingranaggi ho trovato segni di un recente bivacco e alcuni materassi con coperte.

Amusement Park

Al piano sopra il bowling trovo la discoteca, non ne rimane praticamente nulla, quindi faccio un rapido giro ed esco per andare verso le piscine ed il parco acquatico.

Piscine e Scivoli

Mi dirigo verso le piscine. Anche nell’edificio con gli scivoli è quasi tutto distrutto. Entro e mi trovo alla reception, non c’è nulla se non distruzione, quindi proseguo alla volta della palestre o meglio di quello che ne resta. Faccio qualche foto qua e là e poi mi sposto verso il vero punto di interesse di questa parte del parco, la zona scivoli. Mentre fotografo l’arrivo degli scivoli provo ad immaginare come avrebbe potuto essere quel posto qualche anno prima, una delle cose belle dell’Urbex è proprio questa, volare con la fantasia e immaginare il passato.

Amusement Park

Esploro la parte relax della piscina e poi salgo nella parte più alta dell’edificio, quella da cui partono gli scivoli per capirci. Faccio qualche foto dall’alto e mi dirigo verso gli scivoli e la piscina esterna. Qui grazie ai riflessi sull’acqua marcia della piscina riesco a fare delle belle fotografie.

Ristorante, Sala Giochi e Uffici

Ho quasi finito l’esplorazione, mi mancano solo il ristorante e la sala giochi ora, esco dalla zona piscine vado verso il ristorante, non è necessario usare le porte, le grandi vetrate sono distrutte e si entra tranquillamente. Anche qui c’è devastazione ovunque, faccio qualche foto e mi sposto verso la sala giochi, o meglio una stanza con vecchi giochi arcade ammucchiati, anche qui non c’è molto da vedere. Ora mi manca solo la zona uffici alla quale si accede tramite il ristorante. Non c’è molto non faccio foto e mi sposto verso l’uscita.

Amusement Park
Conclusione

Finisce qui la mia esplorazione dell’Amusement Park, sarà perché era da un bel po’ che non facevo uscite, ma questa location mi è proprio piaciuta e si merita un voto alto. Per qualche ora mi è sembrato di tornare bambino e mi immaginavo a correre su e giù per le scale degli scivoli oppure a rilassarmi nell’idromassaggio. La cosa incredibile però è che in così pochi anni di abbandono, questo luogo, possa essersi ridotto così male. Un vero peccato. Il recupero sarà impossibile.

Ora vi lascio alle foto!

Buona visione.

Vuoi una foto a risoluzione originale? Contattami tramite e-mail oppure sui Social Network.

Jo Lido

Jo Lido

Tipologia: Parco giochi abbandonato
Causa dell'abbandono: Fallimento
Data esplorazione: 12/2017
Condizioni: Pessime
Stato Attuale: Abbandonato
Valutazione Personale (1/10): 5

Oggi vi porto dentro il parco Jo Lido, un parco acquatico oggi abbandonato ma molto frequentata all’inizio degli anni Novanta.

Storia

I lavori di costruzione del parco iniziano nel marzo del 1990. Fu costruito in tempi record, infatti a giugno dello stesso anno è stato inaugurato e poi aperto la settimana successiva. Jo Lido era l’acqua park più all’avanguardia in Europa, con 55000 mq di verde ed altri 50000 mq adibiti a parcheggio. A disposizione una piscina ad onde artificiali e sei scivoli oltre a numerosi servizi di ristoro.

Nel 1993 a soli tre anni dall’apertura il parco aveva già parecchi problemi finanziari, che portarono la proprietà a vendere. Nel 1994 il parco riaprì con la nuova gestione, ma con i vecchi problemi. Il parco chiuse definitivamente nel 1996.

La mia esplorazione

In questa esplorazione sono con mio fratello e con un amico. Arrivo sul posto, non sembra essere un parco acquatico, anzi non si direbbe nemmeno che ci fosse qualcosa qui, la natura si è quasi ripresa ciò che era suo. Passo qualche baracca in legno completamente distrutta e arrivo finalmente ad una piscina, faccio qualche foto e vado avanti. Non è facile avanzare per via dei rovi, non ne ho mai visti cosi grandi, ma grazie al cavalletto fotografico riesco comunque a passare quasi ovunque. Passo qualche altra baracca, probabilmente i baretti o ristoranti che erano sparsi per il parco.

Intravedo la cosa che mi interessa di più, la piscina con le onde artificiali. Mi avevano parlato dei suoi camini fatti come quelli delle navi e ci tenevo a fotografarli. Faccio veramente fatica ad immaginare come fosse questo posto prima dell’abbandono, è rimasto troppo poco e probabilmente non ho abbastanza fantasia. Mi lascio alle spalle la piscina e finisco il giro.

Il Jo Lido oggi ha ben poco da dire purtroppo restano solo macerie e acqua putrida. La parte più interessante è l’ex piscina con le onde finte. Per me quindi l’esplorazione non raggiunge la sufficienza.

Buona visione.

Vuoi una foto a risoluzione originale? Contattami tramite e-mail oppure sui Social Network.

Greenland Parco Giochi Abbandonato

Greenland, Parco Giochi Abbandonato

Tipologia: Parco giochi abbandonato
Causa dell'abbandono: Fallimento
Data esplorazione: 06/2017
Condizioni: Buone
Stato Attuale: Demolito
Valutazione Personale (1/10): 7

In questa esplorazione sono a Greenland, il parco dei divertimenti detto anche Città Satellite. Un luna park che si trova a due passi da Milano e ora completamente abbandonato.

Storia

Il parco è stato costruito tra il 1964 e il 1965. Fu insieme a Gardaland tra i primi parchi divertimento fissi, fino a quel momento erano tutti itineranti. Funzionò bene fino alla fine degli anni Novanta. Nei primi anni 2000 iniziarono i problemi, infatti nel 2002 Greenland venne sottoposto a sequestro giudiziario. Una volta riaperto venne nuovamente chiuso nel 2008, per poi essere abbandonato definitivamente nel 2009. Ora purtroppo è in fase di demolizione. (Fonte Wikipedia)

La mia esplorazione

Questa non è come le solite esplorazioni, infatti avendo sentito notizie su una imminente demolizione e avendo sentito storie su un guardiano piuttosto irascibile, mi sono aggregato ad una visita guidata. Solitamente non amo questo genere di esplorazioni, l’elevato numero di persone presenti non mi permette di concentrarmi su quello che sto fotografando, ma dato che poteva essere una delle ultime occasioni per visitare Greenland, ho voluto approfittarne.

Firmati gli appositi moduli inizio la visita. Inizialmente trovo solo baretti e ristoranti, sono veramente tanti considerando le dimensioni del parco. Non mi soffermo più di tanto a fare foto.Ho infatti un obiettivo: togliere dalla lista delle cose abbandonate che voglio assolutamente vedere le montagne russe. Taglio quindi corto e mi dirigo direttamente lí in modo da arrivare per primo e fotografarle in tutta tranquillità. Soddisfatto delle foto continuo l’esplorazione visitando l’intero parco. Sparsi ovunque ci sono degli inquietantissimi cestini delle spazzatura a forma di animale, non ricordo di averne visti cosí brutti da nessuna parte. Oltre alle montagne russe, che sono veramente una figata, non mi colpisce molto altro, ma considero Greenland comunque un luogo che vale la pena vedere.

Buona visione.

Vuoi una foto a risoluzione originale? Contattami tramite e-mail oppure sui Social Network.