Canneto Borgo Fantasma

Canneto Borgo Abbandonato

Tipologia: Paese Abbandonato
Causa dell'abbandono: Spopolamento delle campagne
Data esplorazione: 05/2019
Condizioni: Buone
Stato Attuale: Abbandonato
Valutazione Personale (1/10): 7

Sono ancora in toscana e sempre in compagnia della mia ragazza e degli amici di Urbex Silence Venezia. Questa esplorazione mi porta in un piccolo borgo disperso nelle colline toscane, il borgo abbandonato di Canneto

Storia

Il borgo nasce in epoca medioevale, come nucleo castellano con chiesa parrocchiale. Il paesino arriva nel 1840 a contare addirittura 255 abitanti, il picco massimo raggiunto. In seguito allo spopolamento del borgo avvenuto nel secondo dopoguerra, Canneto ha cessato di essere frazione del comune, venendo declassato a località. Nell’ultimo censimento in cui è registrata, quello del 1981, la località contava 49 abitanti. Oggi Canneto è completamente abbandonato, anche se rimane di proprietà privata.

La mia esplorazione

Arrivo nel piccolo borgo di Canneto e parcheggio proprio davanti alla villa, sono tentato di partire da quella, ma sono certo che poi mi dimenticherei di andare a vedere le case del borgo, quindi preparo l’attrezzatura e parto con l’esplorazione delle abitazioni abbandonate.

Il borgo
Canneto Borgo Fantasma

Non ci sono moltissime case ed alcune hanno i garage allarmati, probabilmente i contadini che lavorano i campi li attorno li usano come depositi per i mezzi agricoli. Esploro la prima casa, nulla di che sono tipiche abitazione contadine di un tempo, riesco a trovare qualche mobile, qualche letto, qualche pensile da cucina, molti caminetti e addirittura un box per neonati.

Canneto Borgo Fantasma

Passo alla casa di fronte, stessa situazione, forse c’è qualche mobile in più in questa. Trovo anche una cucina quasi del tutto arredata e diverse camere da letto con gli armadi ancora intatti. Proseguo spostandomi verso la parte messa peggio del borghetto, i tetti delle abitazioni qui sono messi davvero male, alcune stanze sono completamente scoperte. Faccio un giro veloce, ma non trovo nulla di rilievo, mi sposto quindi verso il macello, probabilmente unica attività commerciale del paese, gli altri abitanti probabilmente coltivavano solo i campi. Non è rimasto molto da vedere, quindi decido di dare una rapida occhiata e di spostarmi finalmente alla villa.

La villa
Canneto Borgo Fantasma

Mi ritrovo con i miei compagni di esplorazione davanti al cancello di ingresso della villa e partiamo per l’esplorazione. Inizio dal grande giardino dove c’è la piscina, ormai piena di acqua putrida. Faccio qualche foto da fuori e poi entro nella villa. Già da fuori si può percepire quanto sia mastodontica, ma una volta dentro ci si rende conto che quello che si vede da fuori è solo una parte del palazzo. La prima stanza è un’enorme salone, vuoto ma con un bellissimo caminetto.

Canneto Borgo Fantasma

Proseguo e trovo una specie di studio con una grande libreria piena di libri e riviste in lingua inglese. Non so molto sulla storia di questa villa, quindi non riesco a dare un senso a questa scoperta. Continuo l’esplorazione e riesco finalmente a togliere un’altra cosa dalla liste degli oggetti abbandonati che voglio assolutamente vedere. Infatti in una delle tante stanze del piano terra trovo un tavolo da bigliardo molto ben conservato.

Canneto Borgo Fantasma
Le camere

Passo al piano sopra dove ci sono numerosissima camere e dove si trova anche il famoso letto a baldacchino rosso che ha reso famosa villa Canneto nel mondo Urbex. Anche qui come al piano sotto la maggior parte della stanze sono vuote ad eccezione dei letti. Parto dalle stanze vuote per poi andare a vedere quelle più interessanti. Le dimensione sia delle camere che dei corridoi è notevole, non ho mia visto una villa così grande. Arrivo finalmente al letto rosso, la stanza è davvero scenografica e il colore rosso acceso del baldacchino in contrasto con il grigiore delle pareti crea veramente un bellissimo effetto. Peccato per la puzza terribile che alberga in questa stanza.

Canneto Borgo Fantasma

L’ultima cosa che mi resta da vedere è una meravigliosa terrazza con vista sul magnifico paesaggio tipico della toscana che circonda la villa e il borgo.

I sotterranei

La villa è bellissima, ma la vera chicca di questo luogo sono i sotterranei. Oltre ad essere giganteschi sono un vero proprio labirinto, mi sono perso più volte nell’esplorarli. La prima parte consiste in una sorta di taverna con tanto di piccola cucina, caminetto e cantinetta

Canneto Borgo Fantasma

La seconda parte è un ulteriore sottolivello, dove veniva prodotto il vino. Nella prima parte trovo delle imponenti botti in legno, molto simili a quelle dell’esplorazione di questa mattina, più avanti e scendendo ulteriormente nelle viscere della terra trovo delle botti in cemento oltre che a vari macchinari per produrre il vino.

Canneto Borgo Fantasma

Concludo l’esplorazione ed esco finalmente all’aria aperta, non mi sento a mio agio nei sotterranei! Torno verso la macchina insieme ai miei compagni di viaggio stanco, ma felice per la bellissima giornata di esplorazione passata insieme.

Conclusione

Canneto e la sua villa alla fine mi hanno regalato parecchie emozioni, nonostante non resti moltissimo da vedere la location è veramente affascinante e immersa in un paesaggio meraviglioso. Vale sicuramente la pena investirci mezza giornata per visitarla, soprattutto se si è già in zona come noi. Non posso quindi che dare un giudizio più che positivo all’esplorazione.

Vi lasci alle foto! Buona Visione.

Vuoi una foto a risoluzione originale? Contattami tramite e-mail oppure sui Social Network.